lunedì 31 marzo 2014

Palazzi ricoperti di vegetazione. L'apoteosi Green

Questa è una cosa meravigliosa, palazzi ricoperti di piante, palazzi dalle pareti vive e... vegete. Potrei impazzire. I vantaggi di questa idea che fonde l'umanità con la Natura sono molteplici e l'effetto visivo è veramente incredibile. Sicuramente migliorerebbe la qualità dell'aria, la 
Muri Green del Musée du Quai Branly di Parigi
superficie ricoperta di piante creerebbe un naturale isolamento termico e acustico, fornirebbe protezione dagli agenti atmosferici agli edifici e la progettazione, nonchè l'esecuzione

domenica 9 marzo 2014

Evoluzione, metamorfosi, ritorno alle origini. Terapeutica immersione nei colori.


E forse pensavate che avessi abbandonato questo blog, ma questo blog è "Il mio Pianeta", è casa mia. Si può stare in giro per lungo tempo, ma a casa si ritorna sempre. L'assenza è dovuta a tante, diverse e non tutte piacevoli motivazioni, una su tutte è il mio ritorno alla pittura. Forse nessuno lo sa, ma l'attività principe nella mia vita è sempre stata quella di decoratrice. Negli anni ho venduto tanti pezzi grazie alla mia fantasia e alla mia mania di decorare ogni cosa. Vedi QUI.  Anche per necessità, negli ultimi tempi ho deciso di dare più spazio a questa attività, di contaminare il web anche con le cose che le mie mani producono, non solo quello che le mia dita digitano. ;)  Anche se, non conviene più niente qui. Il nostro paese è allo stremo, e l'immobilità della gente mi sconvolge. Ma questo è un altro discorso che va affrontato il modo adeguato e non ora. Voglio adesso presentarvi il mio sito colorato nato a Gennaio, dove raccolgo ciò che il mio estro mi suggerisce,  il sito è questo:  POINTS, lo aggiungerò ai miei blog in basso a destra. Viene aggiornato saltuariamente, quando sei lì che dipingi il tempo vola via e specialmente quando devi completare una commissione il tempo non esiste più. Insomma, ho spostato il focus su di me, su quello che so fare, su quello che mi piace, sulle mie passioni. Quello che prima affiancava tutto il resto, è adesso protagonista. E delle volte mi sento la bimba che ero, che invadeva il tavolo di colori, acquerelli, pastelli ed era capace di trascorrere interi pomeriggi a pasticciare su mille fogli. Per adesso questo è tutto, attendo commenti.
Un grande abbraccio e a presto.
Laura

venerdì 16 agosto 2013

I Sumeri. La moda nel 4000 a.C.

Le origini della Moda: Età della Pietra
Statuette sumere in gesso- III millennio a.C.        Chicago - Istituto di Arte Orientale
Dopo l'età della Pietra, si svilupparono diverse civiltà organizzate nel sud-ovest dell'Asia (V millennio). La mezzaluna fertile,  chi non la ricorda? Termine coniato negli anni '20 per definire la zona che comprendeva: la Mesopotamia, l'Antico Egitto ed il Levante, dove si stabilirono popolazioni di vario tipo, che da nomadi divennero sedentarie. Per capire quale fu e come avvenne la trasformazione dell'abbigliamento dell'uomo bisogna cercare fra i reperti archeologici rinvenuti nelle tombe, specialmente quelle degli uomini che avevano un ruolo rilevante nella scala gerarchica. L'abbigliamento si trasformò nel tempo e si possono suddividere queste modifiche in: abbigliamento avvolto attorno al corpo, abbigliamento cucito (tuniche), abbigliamento cucito e drappeggiato (disposizione del tessuto che ricade in ricche pieghe). Una delle prime civiltà  fu quella dei Sumeri, che si

martedì 6 agosto 2013

Curiosity, da un anno su Marte

E' già trascorso un anno, ma ancora mi emoziono. Il Rover Curiosity (con un vero e proprio laboratorio di ricerca al suo interno, il Mars Science Laboratory - MSL sito ufficiale) è L'ho seguito durante il suo viaggio, cominciato con il decollo da Cape Canaveral (Florida)  il 26 Novembre 2011 e ho trascorso l'intero inverno giornalmente in contatto con la Nasa, per seguire il suo lungo viaggio nel freddo spazio, viaggio lunghissimo, quasi nove mesi. Ho postato spesso aggiornamenti sul suo lungo volo, quando mancavano meno di 100 giorni all'ammartaggio e quando Marte era già vicinissimo. Il rover Curiosity del Jet Propulsion Laboratory della Nasa arrivò su Marte di mattina, prestissimo. Ho seguito, rigorosamente in lingua inglese, i membri del team che trepidanti attendevano dati dal rover e gioito con loro ad ogni conferma che tutto procedeva nel modo corretto, per poi esultare nel vedere la prima foto inviata da Curiosity, la foto del panorama marziano scattata da terra. Gioia e tripudio. Nei giorni a seguire la Nasa ha cominciato a diffondere i dati, le immagini e i video ricevuti dalle due sonde in orbita attorno al pianeta marte: MRO-Mars Reconnaissance Orbiter e 2001 Mars Odissey e voglio onorare anche loro, queste due sonde che hanno svolto il loro lavoro superbamente, e lo svolgono ancora. Sono state i nostri occhi, hanno ripreso e fotografato l'arrivo di Curiosity da quando era solo un puntolino all'orizzonte fino al

domenica 4 agosto 2013

Gatti, le ricerche dimostrano gli effetti benefici della loro presenza accanto all'uomo

Amare gli animali è sempre stata per me la cosa più naturale del mondo, li amo e li rispetto profondamente. Lo stesso vale per mondo vegetale. Fra tutti gli animali ho sempre avuto una particolare predilezione per i felini, specialmente quelli di grossa taglia. Lo so, sono pericolosissimi e non mi avvicinerei mai più di tanto, ma osservare la loro eleganza nel muoversi mi ipnotizza. Ovviamente il mio rapporto con i gatti è sempre stato un idillio, ho avuto ed ho tuttora un gatto. Convivere con un felino per certi versi ti sorprende, ho sempre la sensazione che lui capisca più di quello che penso possa fare. E comunica, lasciandomi a volte sbalordita per le sottigliezze che raggiunge. Recentemente New Scientist ha pubblicato i risultati di alcune ricerche (ed esperimenti) condotte su i due animali più vicini all'uomo, il cane ed il gatto, e ciò che è emerso pone il felino in una posizione superiore al cane. E per certi versi, compete con l'uomo e lo

giovedì 25 luglio 2013

Chi ama le piante deve sapere. La fotosintesi, la respirazione e la traspirazione

Per una come me, che ha la casa piena di piante e che adora tutto ciò che è verde, è divenuto necessario assimilare nozioni di Botanica per poter conoscere più a fondo i vegetali, organismi viventi che nel silenzio più assoluto supportano la nostra vita sul nostro pianetino blu. La Botanica è uno dei rami più antichi del sapere, studia le piante dal punto di vista morfologico, fisiologico e funzionale. Pensando all'uomo di migliaia di anni fa ci si rende conto di quanto fosse necessario, per il sostentamento e l'alimentazione, distinguere le piante. L'uomo doveva nutrirsi e imparò rapidamente a riconoscere le piante utili (grazie alle caratteristiche peculiari - forma,foglia,frutto. Certo, ci volle del tempo prima di poterne studiare la morfologia (studio delle unità strutturali - sistemi e organi) e la fisiologia (processi biochimici delle funzioni vitali), ma con il tempo l'uomo cominciò a chiamarle in modo diverso per poi classificarle in elenchi sempre più dettagliati e ricchi di informazioni per i diversi utilizzi. L'importanza del regno vegetale per la nostra sopravvivenza è conosciuta da tutti, ma spesso la razza

mercoledì 10 luglio 2013

In attesa di Mankind - la storia secondo Italia 1

Venerdì dodici Luglio alle 21.10 andrà in onda su Italia 1 la prima puntata della serie Mankind - la storia secondo Italia 1, un lungo documentario sulla storia dell'umanità prodotto e trasmesso nel 2012 da  History Channel . Credo tutti, ormai, abbiano visto (minimo una ventina di volte a cranio) la pubblicità sull'imminente programma trasmessa sulle reti mediaset, e penso che tutti abbiano notato che "la storia di tutti noi" (titolo originale) è divenuta magicamente "la storia secondo Italia 1". Ma lasciamo cadere la cosa pensando che la rete televisiva voglia seguire la linea di "Archimede - la scienza secondo Italia 1", altro programma culturale dal format scoppiettante e scintillante in onda in questo periodo. Mi sono incuriosita, questo nuovo programma tratta qualcosa che

venerdì 5 luglio 2013

Luca Parmitano. A breve la passeggiata extraveicolare

Per me che sono siciliana questo nome è sinonimo di gioia interiore e di orgoglio. Avevo già scritto circa l'astronauta siciliano Maggiore Luca Parmitano quando i suoi piedi poggiavano ancora sulla Terra, ma adesso il nostro eroe è a bordo della  ISS  (Stazione Spaziale Internazionale) e fra 4 giorni (martedì 9 Luglio alle 14.10)  lo vedremo protagonista di una passeggiata spaziale. Passeggiata per dire, la sua missione di manutenzione fuori dalla stazione spaziale sarà lunga e complessa, circa 7 ore. Le seguenti foto mostrano Luca Parmitano qualche ora fa durante il controllo della tuta EMU. Così, comodamente abbigliato e sciolto nei movimenti come non mai, uscirà per la sua prima attività extraveicolare.   
Aspetto il giorno con ansia. In attesa di tutto ciò il Parmitano ci diletta con l'invio (tramite i social network come twitter) di immagini scattate dalla ISS. Vi lascio una serie di foto della Sicilia con le quali mi ha

giovedì 4 luglio 2013

Quanti scheletri possono essere infilati in un armadio prima che esploda?

E forse pensavate che no... e invece ci sono. Effettivamente sono sorpresa anche io, vivere serenamente, onestamente... vivere "veramente" su questo pianeta comincia ad essere impossibile. A parte lo sfacelo politico italiano, non considerando il dominio incontrastato e mondiale delle Banche, non contando l'assurdo attaccamento al denaro, non pensando alle guerre che mietono vittime a go-go, nonostante tutto questo schifo  (ed è veramente un mare di schifo) di cui non ho mai voluto parlare ma che c'è, mi sfianca incredibilmente il modo di comportarsi degli esseri umani. Si perchè, siamo la razza più evoluta sul pianeta e ci siamo evoluti per distruggerci con intelligenza, vuoi mettere? Ultimamente, inserita in un contesto esterno (per lavoro ed altro), mi sono resa conto, ancora una volta, di quanto possano essere falsi i rapporti fra le persone, quanta possa essere l'invidia contenuta in un singolo soggetto (e su questo penso non ci sia limite), quanto la gente tenti di fregare il prossimo. Ci si sparla "peste e corna" per poi ridere insieme amabilmente, esistono milioni di verità nascoste che implicano bugie quotidiane portate avanti senza battere ciglio (ma come fanno??), e potrei continuare all'infinito. Pur non essendo coinvolta direttamente, tutto ciò mi turba fortemente. Come cantava una vecchia canzone "resto lì come una lampadina ancora accesa nonostante sia mattina". Non che non sapessi come vanno le cose sulla faccia della Terra, ma vederle in realtime è qualcosa di incredibile. Per pura coincidenza, ovvio che sia così, ma sono anni che mi godo delle performance allucinanti. Ma dico, perchè a me? Io non tollero, ci sto male, mi dispero e mi agito, perdo fiducia. E non mi sembra giusto. 
Non voglio sapere, non voglio vedere, non voglio sentire.
Se proprio non riuscite ad essere sinceri e onesti.. agite in incognito, quantomeno. E invece sembra essere figo tutto ciò. Lo si mostra con vanto, quasi. So per certo che esistono persone meravigliose, ma fidarsi degli altri diventa sempre più difficile.
E scusate lo sfogo. :) 
❥Elle.
  


sabato 27 aprile 2013

Russia e Spazio. Sete di una gloria già acquisita.

Vladimir Putin - foto reuters
E' di poco, pochissimo tempo fa la notizia che Putin ha investito 50 miliardi di dollari nel programma spaziale russo. Ho letto questa notizia giorni fa, ma spesso e volentieri le motivazioni che hanno spinto Vladimir Putin ad investire 1.600 miliardi di rubli (47 miliardi di euro) nel settore spaziale russo , mi sono tornate in mente. 
Il presidente vuole che lo status di potenza spaziale superiore ritorni ad essere esclusivamente russo. Saranno stati gli ultimi fallimenti subiti nel lancio di sonde e satelliti, ma noto una sete di gloria che, proprio nel campo dell'esplorazione spaziale, non dovrebbe nemmeno esistere. Ma la Russia ha sempre avuto questa fissazione. A chi ama questo tipo di cose è noto che agli albori dell'era spaziale (anni '50) gli Stati  Uniti annunciarono per primi l'intenzione di lanciare in orbita un satellite e due giorni dopo la

lunedì 22 aprile 2013

Earth Day 2013. Tributo alla Madre Terra

Terra e Luna da Hirise su MRO - Nasa
Oggi è il giorno della Terra, non servono i commenti. Nutriamoci di immagini e amiamola, perdinci! L'immagine accanto mostra la Terra e la Luna, è stata acquisita nel 2007 dalla fotocamera Hirise montata sulla sonda MRO- Mars Reconnaissance Orbiter della Nasa.
Seguono brevi video e vi segnalo un vecchio post con un video interessante: Drammatica invasione Umana
❥Elle.
thanks to NASA

domenica 21 aprile 2013

L'arte di Candy Chang colpisce ancora: Confessioni

Candy Chang - Confession

Avevo già scritto sull'artista Candy Chang nel vecchio post: Before I die-Prima di morire, adesso la ritrovo con un nuovo progetto artistico super interattivo, Confession. Lei è un'artista molto particolare, si esprime attraverso la Street Art, facendo confluire in essa attivismo e pianificazione urbana. Lo dico subito, il progetto Before I die mi piacque molto, Confession mi piace meno. Il lavoro della Chang punta a coinvolgere le persone comuni invitandole a condividere qualcosa di personale con il resto del mondo. In questo progetto, svoltosi a Las Vegas nel locali del Cosmopolitan,  Candy Chang ha chiesto alla gente di condividere, in forma anonima (con tanto di camerino-confessionale con tendina  per la massima privacy), una loro confessione. Molto bello il coinvolgimento della gente, questo si, ma la scorsa volta

sabato 13 aprile 2013

L'Astrologia. Una materia dal fascino senza tempo

Zodiaco
L'astrologia è considerata una pseudoscienza, la comunità scientifica ha sempre sottolineato come le interpretazioni astrologiche siano legate ad antiche superstizioni. Però, sta di fatto, che tutte le più grandi civiltà antiche hanno dedicato moltissimo del loro tempo all'osservazione della volta celeste e dei suoi fenomeni, dando vita ad una propria astrologia. Possiamo ricordare l'astrologia babilonese (di cui è erede l'astrologia occidentale), l'astrologia vedica o indiana (ancora oggi diffusa in India ma anch'essa erede dell'astrologia babilonese), l'astrologia cinese (sostanzialmente diversa da quella occidentale) e l'astrologia del popolo Maya nell'America Centrale. Spesso e volentieri le conoscenze di queste grandi civiltà del passato risultano inspiegabili, ma questo è un altro discorso. Anche presso i popoli primitivi è esistita una forma di astrologia, certamente meno avanzata rispetto

giovedì 11 aprile 2013

Origini della Moda. Gli albori di un' arte antica


Donna del Neolitico
La storia della moda inizia all' Età della pietra ed è facile immaginare che il bisogno non era tanto l'abbellimento, quanto la necessità di coprirsi per proteggersi dal freddo. In questo periodo non c'è molto, uomini e donne possono solo pettinarsi i capelli con le mani. All'inizio del Paleolitico ci si abbigliava con perizomi di pelli e pellicce legati con strisce di cuoio. Con il tempo si imparò a lavorare le pelli, inizialmente venivano battute con le pietre e in seguito intrise in olio o grasso animale, questo diede origine a molteplici tecniche sempre più evolute che miravano a renderla morbida ed elastica. Risalgono, invece, all'inizio del Neolitico i primissimi pettini costituiti da un bastoncino con attaccate spine o denti di animali, in seguito in osso, ma si pensa che la destinazione d'uso di questi oggetti fosse il decoro del vasellame. Sappiamo per certo che nel paleolitico la tessitura, seppur ancora rudimentale, era già stata sperimentata, lo dimostrano i ritrovamenti di Kostenki (figura in basso). Sono oggetti in osso e avorio e
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...